Il Bilancio Sociale. La Biblioteca e la Città. Il Bilancio Sociale. La Biblioteca e la Città.

From 15 / 03 / 2018 to 31 / 12 / 2018

IL BILANCIO SOCIALE. LA BIBLIOTECA E LA CITTÀ

Il settanta per cento degli utenti che frequentano la Biblioteca comunale degli Intronati di Siena sono giovani tra quindici e ventinove anni, appartenenti quindi alla Millennial Generation o Net Generation, caratterizzata da modelli e livelli di consumo culturale condizionati dai cambiamenti epocali nelle dinamiche di produzione, circolazione e trasmissione della conoscenza dovuti all’evoluzione tecnologica.

Il Bilancio sociale e di missione che presentiamo riesce a intercettare e rappresentare questa rivoluzione globale?
L’esigenza di confrontabilità diacronica dei dati, di ripetibilità e di confronto statistico che porta a reiterare le stesse domande e rilevazioni diviene, prendendo a prestito una recente definizione, “sclerosi dello sguardo a proposito del nuovo mondo culturale”?
Il libro è ancora la chiave di volta, l’incrocio di tutte le pratiche culturali?
E, di conseguenza, in che modo e in quale misura le biblioteche hanno risposto a questa nuova realtà e a queste domande? Soprattutto sono state messe in grado, dotate delle necessarie risorse, di percorrere nuove strade per affermare il loro ruolo in un contesto sempre più difficile da interpretare?
Nonostante l’impegno costante dei bibliotecari per affermare il ruolo strategico delle biblioteche in ogni ambito (informativo, educativo, sociale), in Italia l’attenzione della politica su questi temi è sempre stata scarsa. Negli ultimi anni, con la grave crisi economica in corso, si è poi assistito a un ulteriore arretramento e a una diminuzione generalizzata di risorse che ha fatto sentire pesantemente i suoi effetti. La nostra perseveranza non è certo venuta meno e abbiamo difeso il “diritto alla biblioteca” cercando alleati di vario genere: oggi i nostri collaboratori e referenti (o come si dice stakeholders) sono così tanti e talmente convinti che proprio non ci sentiamo soli ma piuttosto orgogliosi di aver ottemperato a una fondamentale norma costituzionale, il principio di sussidiarietà.
Crediamo che la rendicontazione sociale sia il mezzo necessario per certificare il profilo etico di un soggetto pubblico – che opera non per fini di lucro – mettendo in luce il vantaggio economico-sociale prodotto come effetto di ritorno indiretto, realizzato attraverso il confronto degli obiettivi e delle finalità con le prestazioni effettive.
Il rapporto che pubblichiamo, ‘scientificamente fondato’, vuole essere una fotografia panoramica, immersiva e interattiva della biblioteca, fotografia scattata dal punto di vista dei bibliotecari e da quello degli utenti e quindi strumento sia di valutazione sia di programmazione.
Un’avvertenza necessaria: come si potrà facilmente cogliere dai numeri, la Biblioteca comunale degli Intronati di Siena è una ‘grande’ biblioteca in una città molto piccola (in senso demografico) e questo dato condiziona in maniera determinante gli indici di performance (risorse e servizi), non tanto come valori assoluti, quanto se messi a confronto con quelli regionali e nazionali, riferiti perlopiù a indagini riguardanti biblioteche ‘di base’.

Luciano Borghi
Direttore della Biblioteca comunale degli Intronanti

[sfoglia Il Bilancio Sociale. La Biblioteca e la Città.]


Allegati:

14032018-0957.pdf

Copyright © 2016 Biblioteca degli Intronati di Siena, vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti. | Privacy & Cookies

Developed by:  Next 2.0 Above The Line