Siena ottiene il riconoscimento di Città che legge Siena ottiene il riconoscimento di Città che legge

From 13 / 05 / 2017 to 31 / 12 / 2017

Siena ha ottenuto il riconoscimento di “Città che legge”: il Comune di Siena compare infatti tra i 363 Comuni che hanno superato la selezione nazionale, dimostrando di possedere tutti i requisiti richiesti dal Centro per il libro e la lettura del MiBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) d’intesa con l’ ANCI (Associazione nazionale comuni italiani).

Per “Città che legge” si intende «una città che garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri e alla lettura – attraverso biblioteche e librerie – ospita festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, partecipa a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni e aderisce a uno o più dei progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura». È una città che legge un centro «che svolge e che si impegna a svolgere con continuità politiche pubbliche di promozione della lettura sul proprio territorio». Questi caratteri sono stati riconosciuti propri della Biblioteca comunale degli Intronati e dei programmi elaborati e attuati in accordo con il Comune.

«Siamo contenti – dice Roberto Barzanti, presidente del Consiglio di Amministrazione della Biblioteca – di aver ottenuto un riconoscimento così significativo. Esso ci spronerà a impegnarci ancora di più per consolidare finalità alle quali abbiano sempre dato il massimo rilievo e che abbiamo continuato a perseguire nonostante le pesanti difficoltà di bilancio intervenute negli ultimi anni. Il Comune deve rispondere al legittimo orgoglio che questo titolo esprime accentuando la sua attenzione verso la Biblioteca e in particolare assicurando la presenza di tutte le professionalità indispensabili ad una gestione moderna e adeguata all’immenso patrimonio custodito e reso fruibile. E dovremo anche attivarci per tentar di cogliere tutte le possibilità che i bandi cui siamo ammessi prospetteranno. Il mio ringraziamento più vivo va a tutti coloro che lavorano in Biblioteca con una passione che va al di là di un ossequio burocratico».

«È una grande soddisfazione – dichiara Luciano Borghi, Direttore della Biblioteca, istituto che ha provveduto a presentare la candidatura a nome dell’Amministrazione comunale di Siena –, tanto più che questo riconoscimento si aggiunge al Premio nazionale “Nati per leggere 2017” assegnato alla nostra Biblioteca e alla Rete documentaria senese (Redos) ricompensando un impegno pluriennale nella promozione della lettura e dei servizi bibliotecari per adulti e bambini: siamo consapevoli che anche dalla lettura dipendono lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico delle comunità».

Grazie a questo riconoscimento Siena potrà partecipare ai bandi che il Centro per il libro e la lettura lancerà a partire dal 2017 per sostenere, con finanziamenti e incentivi, i progetti ritenuti più meritevoli.


Copyright © 2016 Biblioteca degli Intronati di Siena, vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti. | Privacy & Cookies

Developed by:  Next 2.0 Above The Line